Innovare nel segno della

biodiversità della nostra terra

Andrea Righi

Presidente dell’Associazione Florovivaisti Veneti

Ascolta il podcast del suo intervento su Radio 24

Approfondimento

All’interno della nostra associazione operano aziende ed un consorzio che si occupano fattivamente della selezione di nuove varietà e di nuove specie derivanti soprattutto da selezione naturale e da incrocio. Gli ambiti sono molteplici, in quanto si passa dalla floricoltura alla selezione clonale per viticoltura e frutticoltura.
Oggi per essere competitivi sul mercato bisogna infatti investire in innovazione, rispettando il concetto di biodiversità legato agli aspetti territoriali del clima e alle specie già presenti e soprattutto avendo un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale del prodotto che poi si va a proporre. Il panorama vivaistico nazionale è molto attivo in questo senso e ogni anno le aziende venete del settore, a fronte di un notevole impegno anche economico, vengono premiate per l’innovazione vegetale in ambito vivaistico. Alcuni vivaisti viticoli del territorio hanno per esempio da una decina di anni attivato un progetto di selezione di nuovi cloni di vite che saranno a breve in commercio e iniziato, in collaborazione con la Fondazione Mach di San Michele all’Adige, un progetto per incroci di viti resistenti ad oidio e peronospera.
Anche se la crisi economica degli ultimi non ha risparmiato il comparto, si può affermare che comunque il nostro florovivaismo a livello nazionale può essere riconosciuto come un fiore all’occhiello del made in Italy nel mondo.

Andrea Righi è:

Presidente dell’Associazione Florovivaisti Veneti

L’Associazione Florovivaisti Veneti è nata nel 1985 ed ha circa 150 aziende associate..

Nel 2009, proprio per andare incontro alle sempre più crescenti necessità del settore florovivaistico, è nato il Centro Servizi Veneto per il Florovivaismo. Si tratta di una struttura composta da un pool di professionisti scelti dall’Associazione per dare risposte certe e puntuali alle problematiche poste dai soci.

L’associazione non si pone in antitesi con nessuna delle altre associazioni di categoria con le quali collabora per il raggiungimento degli interessi del florovivaismo veneto.

Da alcuni anni è attiva anche una sensibilizzazione verso gli associati per il corretto utilizzo, conservazione e smaltimento dei prodotti fitosanitari.

Da maggio 2013 l’Associazione fa parte come osservatore del tavolo verde del Ministero per le Politiche Agricole.

Hai domande da fare?

Scrivi a Andrea Righi compilando il form qui sotto.

ItaliaPiùVerde ti metterà in contatto con lui per approfondire i temi che ti interessano di più.

Altri interventi per un’Italia Più Verde

Francesco Mati

[Approfondisci]

Vannino Vannucci

[Approfondisci]

Marco Cappellini

[Approfondisci]

Mario Faro

[Approfondisci]

Nada Forbici

[Approfondisci]

Andrea Righi

[Approfondisci]

Luca De Michelis

[Approfondisci]

Roberto Magni

[Approfondisci]

Francesco Mati

[Approfondisci]

Marco Cappellini

Nada Forbici

[Approfondisci]

Andrea Righi

[Approfondisci]

Vannino Vannucci

[Approfondisci]

Mario Faro

Presidente del Consorzio Florovivaistico dello Ionio [Approfondisci]

Oreste Giurlani

[Approfondisci]

Geo Spa
via N. Tommaseo 59, 35131 - Padova PD - C.F./P. IVA 05006140288 - Registro Imprese di PD: rea 435558
T. +39 049 840111 ­- F. +39 049 840570 - geospa@pec.it